Work Plan

Pacchetti di lavoro

Il progetto è strutturato in sette pacchetti di lavoro (WPs):

WP1

WP1 Coordinamento e gestione Guida: HMU

L’obiettivo generale del WP1 è garantire l’implementazione efficiente e tempestiva delle attività del progetto, dell’allocazione delle risorse e delle misure, per massimizzare i benefici del progetto. Lo fa gestendo il Progetto a 4 livelli: (a) Piano di gestione dei dati che include tutti i requisiti dei dati dei WP, la disponibilità dei dati rilevanti delle Aree Pilota e tutti i prodotti REACT4MED (dati, software, pubblicazioni, ecc.), (b) Gestione strategica: coinvolgimento dei portatori d’interesse; coordinamento del comitato consultivo per la scienza e l’innovazione; Processo decisionale strategico sull’evoluzione e l’esposizione del Progetto; Mantenimento e sfruttamento dei collegamenti con programmi e progetti (inter)nazionali; (c) Gestione operativa: comunicazione interna, riunioni e facilitazione della collaborazione tra partners; Affari legali; Comunicazione e reporting verso PRIMA-IS; Gestione dati; Garanzia di qualità; (d) Gestione del rischio: tutelare i progressi e il budget; Organizzazione ed elaborazione della revisione esterna; Implementazione di un piano di emergenza del rischio.

WP2

"WP2 Stabilire la linea di base Guida: UH"

Gli obiettivi principali del WP2 sono: (a) definire, raccogliere e rivedere le informazioni biofisiche e socioeconomiche di base provenienti da precedenti progetti rilevanti e la letteratura in un corpo di conoscenze allo stato dell’arte, definendo anche una prima bozza degli indicatori di valutazione relativi al Sustainable Land e Water Management (SLWM) (b) raccogliere le migliori tecnologie e approcci di ripristino agroecologico dai database SLWM esistenti, (c) condurre una meta-analisi delle variabili chiave per il successo del ripristino e (d) fornire una prospettiva storica dei cambiamenti degli ecosistemi nel Mediterraneo in relazione al clima e alle attività umane. Ove possibile, il WP2 produrrà nuova conoscenza e aggiornerà i database SLWM esistenti con nuove pratiche di ripristino.

WP3

"WP3 Living Labs per il ripristino degli ecosistemi Guida: UOS"

Utilizzando un approccio multi-attore, il WP3 garantirà il coinvolgimento dei principali portatori d’interesse, inclusi professionisti e decisori a diversi livelli. Nel WP3, verranno istituiti gli Ecosystem Restoration Living Labs (ERLL) per fungere da piattaforma per l’interazione delle parti interessate con i partners del progetto allo scopo di comunicare, apprendere, dimostrare l’implementazione di buone pratiche e approcci economicamente vantaggiosi per terra, acqua, e ripristino dell’agroecosistema per un eventuale upscaling e outscaling. Le ERLL di ciascuna delle Aree Pilota e gli attori coinvolti fungeranno da incubatore per testare l’efficacia e l’eventuale trasferibilità delle buone pratiche ad altre aree. Il WP3 svilupperà e applicherà un approccio partecipativo per coinvolgere le parti interessate fin dall’inizio, per migliorare la rilevanza della conoscenza nel progetto per le condizioni locali e per alimentare ciò che viene raccolto e valutato nelle Aree Pilota nei WP 4, 5 e 6. Sarà prestata particolare attenzione a garantire la diversità nel coinvolgimento delle parti interessate, in particolare incoraggiando la partecipazione delle donne e della prossima generazione di professionisti

WP4

"WP4 Implementazione e valutazione delle Aree Pilota Guida: SOFTWATER"

Il WP4 ​​svilupperà LanDS, uno strumento di supporto alle decisioni sul degrado del suolo basato sulla scienza, mirato a supportare i partecipanti al progetto (partners, portatori d’interesse e responsabili politici), fornendo un archivio georeferenziato sicuro ed efficace per archiviare, condividere e riutilizzare i dati raccolti dalle 8 Aree Pilota e i rispettivi ERLLs, e implementando indicatori per valutare gli impatti delle misure di ripristino del suolo nelle diverse aree geografiche. Combinando le conoscenze e le competenze provenienti dagli ERLLs, LanDS elaborerà procedure per identificare le aree critiche in termini di degrado del suolo nel Mediterraneo a diverse scale temporali, dove concentrare o ampliare le misure di ripristino, esplorando futuri scenari climatici e socio-economici. Verrà pubblicata una dashboard web, specificatamente indirizzata ai decisori, per condividere i risultati di LanDS e supportare le attività di valutazione e raccomandazione politica.

WP5

"WP5 Living Labs per il ripristino degli ecosistemi Guida: CIHEAM Bar"

Il WP5 implementerà azioni di ripristino su larga scala nelle 8 Aree Pilota (AP) e valuterà le relazioni costi-benefici e costo-efficacia. L’efficacia delle azioni di ripristino del suolo sarà valutata a due livelli. In un approccio top-down (in collaborazione con il WP2), gli indicatori su larga scala saranno adattati per valutare l’efficacia e gli impatti dei progetti passati/in corso implementati nelle AP. In un approccio dal basso verso l’alto, indicatori e parametri saranno co-sviluppati (WP3) e formalizzati nel LanDS (WP4) per valutare gli impatti delle nuove azioni di ripristino. Il WP5 testerà, valuterà e stabilirà un sistema di monitoraggio per la valutazione della sostenibilità a lungo termine dei risultati del progetto.

WP6

"WP6 Raccomandazioni politiche Guida: INRA"

Il WP6 si baserà sui risultati dei precedenti WP per identificare le lacune nell’attuazione delle misure esistenti di ripristino del suolo e di politica di sviluppo a livello nazionale e regionale rispetto alle agende internazionali (ad esempio, obiettivi del Green Deal dell’UE e OSS), e fornirà i risultati e implicazioni politiche delle pratiche delle PMI valutate durante REACT4MED per la comunità politica. Per raggiungere questo obiettivo, il WP6 condurrà innanzitutto una revisione delle politiche in gran parte nel contesto ERLL (WP3) per valutare il livello di integrazione con le agende internazionali (ad esempio, gli SDG) e l’idoneità rispetto ai problemi di degrado del suolo affrontati nelle Aree Pilota. I decisori politici e i consulenti verranno introdotti agli strumenti, alle pratiche e ai processi sviluppati da REACT4MED e supportati nell’esplorazione di come possono utilizzare i processi e gli strumenti generati dal progetto nella definizione di politiche e strategie. L’analisi socioeconomica caso-specifica (WP5) e le raccomandazioni politiche saranno discusse e migliorate in un workshop ERLL dedicato (compito 3.4) nonché in incontri più piccoli (bilaterali) con esperti. Raccomandazioni politiche (ad esempio, selezione di un mix appropriato di misure politiche per promuovere l’adozione delle azioni di ripristino, l’individuazione di misure politiche mirate, ovvero obbligatorie, di incentivi, di sensibilizzazione, nonché il monitoraggio, l’applicazione e la valutazione delle politiche) fornirà supporto ai decisori a livello locale e regionale per affrontare meglio le questioni politiche e di governance per far fronte alle sfide del degrado del suolo e della desertificazione e aiutarli nella pianificazione dell’attuazione delle azioni di ripristino proposte. Verrà intrapresa un’attività politica trasversale in tutte le Aree Pilota per produrre una mappa delle politiche e dei portatori d’interesse e un rapporto di analisi che individui sovrapposizioni e interessi comuni laddove esistono. Un compito finale coinvolgerà i responsabili politici a livello nazionale e più ampio, compresa l’UE, per sostenere la creazione di politiche e strategie in grado di promuovere il miglior utilizzo delle misure di ripristino per la pianificazione e la mitigazione dell’adattamento.

WP7

"WP7 Diffusione, Comunicazione e Capitalizzazione Guida: HMU"

Gli obiettivi del WP7 sono (a) implementare strumenti di diffusione e comunicazione avanzati e facilmente accessibili, (b) sviluppare una strategia concreta basata su scopi e obiettivi specifici per aumentare la visibilità del progetto e garantire che i risultati del progetto raggiungano il pubblico target previsto, (c) produrre materiale basato sui risultati di altri WP da utilizzare sia all’interno che all’esterno del progetto, (d) supervisionare la diffusione del materiale prodotto nel modo più ampio e aperto e (e) garantire l’ulteriore sfruttamento di risultati del progetto dopo il termine di REACT4MED.

explore REACT4MED

Find out more about us

Il progetto

Leggi sul concetto di REACT4MED

I partners

Vedi i membri del consorzio di REACT4MED